Cinema

La storia di Robert De Niro

Robert De Niro è uno dei grandi attori padri di Hollywood. Lattore di New York City nasce nel lontano 1943 ed è una persona pacata e discreta, nonostante i ruoli che lo hanno reso celebre. Figlio di due artisti di origini italo-americane, suo padre era pittore, scultore e poeta e sua madre pittrice, dopo il divorzio dei genitori, cresce nella Little Italy, cominciando a pensare alla carriera di attore a soli 10 anni. Lasciati gli studi liceali alla Rhodes Prep High School di New York a soli 17 anni, Bobby si iscrive alle lezioni di Stella Adler, entrando poi nellActors Studio di Lee Strasberg. Dopo molta gavetta fatta recitando nei teatri di Broadway, De Niro ufficialmente fa il suo esordio cinematografico con Tre camere a Manhattan nel 1965. Da allora con il regista emergente (oggi un mito del cinema), Brian De Palma, che muoveva i primi passi nella commedia, stringe un forte sodalizio lavorativo. Quando comincia a lavorare con Scorsese De Niro diventa una stella. Francis Ford Coppola lo inserisce nel Padrino parte seconda, nel ruolo di Vito Corleone e, a soli 29 anni, vince lOscar nella sezione miglior attore non protagonista. Sempre con Scorsese, nel 1976, gira Taxi Driver e nello stesso tempo De Niro è impegnato in Italia nelle riprese di Novecento di Bernardo Bertolucci. Perfezionista e maniacale De Niro, per girare Taxi Driver, si allena per due settimane a guidare il taxi per le strade di New York. Recita poi per la regia di Elia Kazan nel film Gli ultimi fuochi, con tre miti del cinema: Jeanne Moreau, il mitico Robert Mitchum ed il geniale Jack Nicholson. Rotto il fidanzamento con lattrice americana Leigh Taylor-Young, va in matrimonio con Diahnne Abbott, attrice e cantante. Lattore adotta la figlia Drena De Niro (modella ed anche attrice) nata da una precedente unione con la Abbott. Il matrimonio si conclude nel 1988. Nel 1977 gira, insieme alla grande Liza Minnelli il film culto New York New York e nel 1978 recita nel lungometraggio Il cacciatore diretto dal regista italo americano Michael Cimino. Nel 1980, con Toro scatenato dellamico Scorsese, De Niro veste i panni del pugile Jake La Motta, sostenendo tre veri incontri di boxe a Brooklyn e ingrassando di molti chili. Vince lOscar come miglior attore protagonista e pure il Golden Globe. In Italia lavora nel 1984 con Bertolucci e poi con Sergio Leone in Cera una volta in America le cui riprese durano circa dieci anni. Negli anni Novanta, De Niro si accompagna con molte donne, da Uma Thurman allattrice Ashley Judd fino alla splendida modella Naomi Campbell, ed ottiene una nuova nomination allOscar come miglior attore protagonista per il film drammatico di Penny Marshall Risvegli, nel 1990 interpretando il ruolo di un sopravvissuto a una grave epidemia di encefalite. Sempre nel 1990 recita in Quei bravi ragazzi, di Martin Scorsese, dove veste i panni di un gangster (ad oggi la migliore interpretazioni per la critica). Nel 1993 ottiene il Leone dOro alla Carriera dal Festival di Venezia. Si sposa con Grace Hightower, hostess di volo sua attuale compagna di vita, che da alla luce Elliot De Niro. Tra il 2000 ed il 2004 recita in Ti presento i miei e il suo sequel Mi presenti i tuoi? Con un cancro alla prostata, Robert De Niro continua ugualmente a calcare la scena, cercando di combattere contro la malattia. L’attore è proprietario di vari ristoranti a New York e a San Francisco in società con il regista Francis Ford Coppola e lattore brillante Robin Williams.